Savona

Eventi Comune Savona

Savona e il suo mare
Savona capoluogo di una provincia in larga parte adagiata sul mare, Savona capitale della Riviera di Ponente, Savona secondo porto della Liguria, Savona marinara per tradizione e cultura rivolge al mare la prua di una ripresa economica con la consapevolezza che la bandiera vincente per uno sviluppo in crescita può essere soltanto la Bandiera Blu della risorsa mare-turismo. E in effetti il vessillo che premia la qualità dell’ambiente e dei servizi svetta da diversi anni sulla darsena e sul litorale.
Il restyling del porto, che aveva fino all’inizio di questo millennio una connotazione prettamente commerciale, prende il via con l’insediamento del moderno terminal della Compagnia Costa che elegge Savona quale importante Stazione marittima delle grandi navi da crociera, con l'apertura di un secondo terminal.
I gioielli della Costa ormeggiati alla banchina fanno ormai parte anche del paesaggio urbano con i gialli fumaioli che sovrastano la Torretta simbolo della città, posta all’imboccatura della darsena vecchia.

Il porto turistico
La Vecchia Darsena è il cuore pulsante del porto di Savona dove tradizione e modernità vanno a braccetto.
Una banchina è ancora riservata all’ormeggio delle barche che forniscono ottimo pesce ai ristoranti della zona, e costituiscono un’attrattiva per quanti vogliono assistere alle attività dei pescatori dediti alle loro reti, i cui gesti sono rimasti immutati nel tempo.
Se qui sopravvivono i vecchi legni colorati, lo specchio acqueo della darsena è adibito a porto turistico che accoglie yacht e barche a vela.
Il porto turistico ( profondità fondale da 4 a 9 metri ), dispone di oltre 100 posti barca ( da 8 a 20 m. ) forniti di collegamento per acqua, energia elettrica fino a 16 A e impianto antincendio.
Tutti i servizi, come accoglienza, registrazione, assegnazione del posto, ormeggio, sono garantiti dall’ Assonautica Savona.


Fiori di chinotto
Il Chinotto di Savona prestigioso presìdio Italiano di
Slow Food.
Pianta ornamentale un tempo assai diffusa nei giardini del contado savonese, il chinotto è ancora presente in Liguria, se pure in coltivazioni limitate e concentrate soprattutto nella Riviera di ponente. Importato dalla Cina nel Cinquecento, l'agrume dà frutti di colore verde brillante: freschi sono di sapore amaro, ma canditi o conservati sotto sciroppo rappresentano una vera leccornia riconosciuta e protetta da Slow Food.
Il chinotto entra nel XIX secolo nella produzione dolciaria savonese che fa sua una ricetta francese, si specializza ulteriormente nella lunga e laboriosa lavorazione della canditura e lancia il prodotto sul mercato italiano ed europeo.
Insieme ai frutti canditi anche i chinotti conservati nel Maraschino incontrano il favore del gusto, il consumo cresce e raggiunge il suo apice negli anni Venti del secolo scorso.

Il PRIAMAR: la Fortezza dei Congressi
Nel centro di Savona
nel cuore del Complesso Monumentale

Il Palazzo della Sibilla, con la sua sala multimediale, accoglie un’attività congressuale ad alto livello. 
Il valore logistico, polifunzionale e paesaggistico della Fortezza del Priamàr fa del luogo una location ideale per meeting e simposi che ambiscano ad una cornice di forte suggestione, a contatto con la natura e, nel contempo, inserita nella zona più turistica della città.

Nell’area del porto turistico, proiettato sul mare, in posizione dominante, con vista a 360° su un ampio tratto di costa ligure e sulle alture savonesi, il Complesso Monumentale del Priamàr è da considerarsi tra le più imponenti strutture fortificate nell’area del Mediterraneo. Recuperato negli anni alla vitalità di cittadella culturale, il baluardo si compone di edifici, padiglioni, piazze, camminamenti, e proprio il suo articolarsi, tra contenitori e luoghi aperti, mette in sinergia tutte le potenzialità degli spazi adatti a favorire la progettazione e la realizzazione delle più composite manifestazioni, nella totale godibile fruibilità dell’ambiente. 

Il salone rosso, di un’ampiezza di oltre 460 mq, è uno spazio di interessante duttilità che, grazie all’installazione di pareti manovrabili, si può sviluppare in due diverse configurazioni: da 260 posti e da 160 posti. La sala è dotata di moderne soluzioni impiantistiche ed in particolare, grazie ad un soffitto realizzato in materiale specifico per la diffusione uniforme delle onde sonore, consente di ospitare concerti ed eventi musicali
Lo spazio, attrezzato anche per videoconferenze, è dotato di reception con salottino di accoglienza e cabina di regia.

Il Servizio Cultura del Comune di Savona gestisce la concessione in uso temporaneo della Sala della Sibilla e degli spazi del Priamàr secondo il regolamento in vigore ( clicca qui per visionare il regolamento, le modalità di conessione e canoni giornalieri ).


La Rosa d'Oro al Santuario di Savona

L'omaggio di Papa Benedetto XVI al Santuario di Savona
luogo mariano tra i più antichi di tutta Italia



Luogo di culto e meta religiosa il Santuario di Nostra Signora di Misericordia sorge nell’omonimo borgo, sulle alture di Savona. La basilica venne edificata tra il 1536 e 1540 in onore della Madonna apparsa al contadino Antonio Botta il 18 marzo 1536. Si raggiunge risalendo la stretta Valle del torrente Letimbro. La chiesa barocca, che fa da quinta ad una bella piazza, ospita pregevoli opere d’arte tra le quali l’altare della “Visitazione” con un altorilievo in marmo bianco attribuito a Gian Lorenzo Bernini; ai visitatori offre anche un interessante coro di struttura seicentesca con tarsie di Giuseppe e Vincenzo Garassino ( secolo XIX). Suggestiva è la cripta dove i pellegrini sostano in raccoglimento davanti alla statua della Vergine Maria alla quale Papa Pio VII, nell’anno 1815, donò la corona oggi custodita nel Museo del Tesoro.
Un’altra importante onorificenza si deve a Papa Benedetto XVI che, in visita pastorale a Savona, nel maggio 2008, ha voluto rendere omaggio alla Mater Misericordiae e, nell’occasione, ha donato alla basilica la Rosa d’Oro.
Segno di distinzione offerto dai Papi ai Santuari mariani, la Rosa d’Oro, esposta nella cripta, testimonia il sentimento di devozione popolare rivolto alla Madonna di Misericordia nel corso dei secoli.
Ancora oggi, il 18 marzo, Festa della Patrona di Savona, una suggestiva processione si snoda dal centro città al Santuario, lungo la valle che la notte della vigilia si accende di falò e di luminarie.

Centro storico di Savona
Il Palazzo degli Anziani, accanto alla T orre del Brandale, è una sorta di museo lapidario. All'interno dell'edificio del Trecento, dove risiedeva il Collegio degli Anziani della Savona medioevale, sono custodite le lapidi e le iscrizioni provenienti dagli edifici abbattuti o andati distrutti nel centro storico di Savona.
Il centro storico di Savona si gira bene a piedi, passeggiando dal mare ai vicoli, tra strade strette e palazzi colorati. 

Cappella Sistina di Savona
Accanto alla cattedrale Maria Assunta di Savona c'è la Cappella Sistina
Anche questa, come al più celebre e maestosa di Roma, è stata voluta da Sisto IV che in questo convento francescano aveva studiato da piccolo. La cappella serviva come cappella funeraria per i genitori di Papa Sisto IV. La Cappella Sistina di Savona si può visitare il Sabato dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 18,00; la Domenica dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 18,00 (le visite del pomeriggio sono sospese in Luglio e Agosto).
La Cattedrale accanto alla cappella si può visitare (quando non c'è messa) per ammirare gli affreschi di scuola genovese e savonese e il pregiato organo voluto da Papa Sisto IV nella sua ampia opera di mecenatismo.

Spiagge di Savona
La Riviera di Ponente, che va da Genova a Ventimiglia, è meno frastagliata di quella di Levante, ma vanta anch'essa le sue brave scogliere e le calette. Punta Crena è una cala stretta e lunga sormontata dalla montagna a picco. Si trova a Varigotti ed è una delle spiagge più belle della Riviera di Ponente. Visitate Noli e Alassio con le loro spiagge. Qui trovate le spiagge più belle della Liguria. 

Photo by Marco Donato

La Bandiera Blu a Savona

SAVONA BANDIERA BLU 2016

Anche quest'anno Savona conferma la sua Bandiera Blu per la spiaggia delle Fornaci e, nella categoria approdi, per la Vecchia Darsena.
Il prestigioso riconoscimento della FEE (Foundation for Environmental Education), giunto quest'anno alla 30esima edizione, è stato consegnato a Roma alla cerimonia di premiazione presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Ricordiamo che la Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei, con il supporto e la partecipazione delle due agenzie dell'ONU: UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente) e UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale. 
La Bandiera Blu è un eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari che rispettano restrittivi criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Obiettivo principale di questo programma è quello di indirizzare la politica di gestione locale di numerose località rivierasche, verso un processo di sostenibilità ambientale.

Entra nel sito del Comune di Savona

Elenco Comuni provincia di Savona

Alassio
Albenga 
Albisola Superiore
Albissola Marina 
Altare 2
Andora 
Arnasco 
Balestrino 
Bardineto 
Bergeggi   
Boissano 
Borghetto Santo Spirito 
Borgio Verezzi
Bormida 
Cairo Montenotte 
Calice Ligure 
Calizzano 
Carcare  
Casanova Lerrone  
Castelbianco 
Castelvecchio di RB  
Celle Ligure
Cengio

Ceriale 
Cisano sul Neva 
Cosseria  
Dego
Erli 
Finale Ligure
Garlenda 
Giustenice 
Giusvalla  
Laigueglia 
Loano 
Magliolo 
Mallare  
Massimino  
Millesimo 
Mioglia  
Murialdo 
Nasino 
Noli 
Onzo 
Orco Feglino  
Ortovero 1

Osiglia
Pallare
Piana Crixia
Pietra Ligure
Plodio 
Pontinvrea
Quiliano 
Rialto  
Roccavignale  
Sassello 
Spotorno 
Stella  
Stellanello  
Testico  
Toirano 
Tovo San Giacomo  
Urbe 
Vado Ligure 
Varazze 
Vendone 
Vezzi Portio  
Villanova d'Albenga 
Zuccarello