Astronomia a Perinaldo

L'aria limpida e cristallina offriva ed offre ancor oggi una superba occasione per scrutare la volta celeste. Perinaldo è dal 1990 sede di un piccolo ma prezioso Osservatorio Astronomico intitolato a Gian Domenico Cassini (la Specola possiede al suo interno telescopio da 400 mm. capace di scrutare il "profondo cielo", nonche' meravigliosi spettacoli offerti da Marte, Saturno, Giove e i crateri della Luna).

Famosi astronomi e cartografi hanno infatti avuto qui i loro natali: Gian Tommaso Borgogno, Valente incisore e blasonatore degli stemmi di tutte le case regnanti europee, nonche' tutore di Amedeo VII di Savoia, il grande e celeberrimo Giovanni Domenico Cassini, Astronomo, Biologo, Matematico, Ingeniere idraulico e Cartografo, Professore dell'Accademia bolognese, Diplomatico presso il Papato, chiamato poi alla corte del RE Sole, per ultimare e dirigere, membro eletto dell'Accademia delle Scienze per volere di Colbert, il famoso Osservatorio astronomico parigino. Altri illustri personaggi sono stati gli astronomi Giacomo Domenico e Giacomo Filippo Maraldi. Chiesa di Sant'Antonio Passeggiando per il borgo-balcone troviamo da est ad ovest su una lunghezza di circa due chilometri l'antico Convento di San Sebastiano (XVIIsec.) ove si erano insediati i Frati minori scalzi di San Francesco (oggi Municipio e sede dell'Osservatorio Astronomico , del Museo Cassiniano visitabile tutto l'anno con attiguo chiostro e chiesa barocca , dedicata a Sant'Antonio da Padova, ornata da un raro campanile seicentesco a base triangolare.

La chiesa del Convento è stata eretta nei primi anni del 1600 contemporaneamente alla costruzione dell'adiacente convento di San Sebastiano ad opera dei frati minori di San Francesco d'Assisi, ora sede comunale e ricovero per anziani.

La Meridiana della Visitazione

Meravigliosi i santuari campestri, tra i quali quello in località Poggio, il cui nome deriva dal Poggio dei Rej, ove si trova il santuario di Nostra Signora della Visitazione, che secondo la tradizione cara ai Perinaldesi è stata costruita secondo il suggerimento del Cassini, anche se nessun documento a tutt'oggi lo abbia dimostrato.

Nella chiesa è stata realizzata nel 2007 una meridiana a camera oscura, una delle più grandi oggi esistenti, la prima di queste proporzioni ad essere costruita dalla fine del '800.

Sotto il paese si trova il santuario di San Michele verso Apricale.
Quello di Santa Giusta (Festa campestre a fine Settembre), ad ovest, un tempo insediamento originario dei Conti di Ventimiglia e del contado a loro sottoposto (Villam Junchj). Splendide e serafiche le piccole localita' di Suseneo e Negi, da cui si gode uno splendido panorama e dove le realta' contadine sono fiere come un tempo. I ristoranti un tempo più numerosi e affollati, hanno oggi nomi altamente evocativi e se i Pianeti di Giove ricordano le scoperte del famoso figlio di Perinaldo, cosi' il Gaggian è il nome dato al modo di parlare dei Perinaldesi nel loro dialetto, che quando dibattono e si scaldano in simpatiche contese ricordano i suoni emessi dai gabbiani. 

Borghi - Viaggio Italiano
Passaborgo. Iniziativa di valorizzazione di 1000 borghi


Viaggio Italiano è l’iniziativa di valorizzazione di 1000 borghi, dall’entroterra alla costa, come luoghi del turismo lento, dell’autenticità, della qualità di vita. Promossa nel 2017, dichiarato dal MIBACT “Anno dei Borghi”, promuove a livello nazionale e internazionale, l’Italia dei piccoli paesi, ricchi di testimonianze del passato ed ancora custodi della storia, tradizione ed identità del territorio. Località uniche ma ancora poco conosciute, dove l’ospite può riappropriarsi di una dimensione di viaggio a misura d’uomo, lontano dai percorsi turistici convenzionali.

Dal 15 giugno parte PASSABORGO. I turisti avranno l'opportunità di registrarsi sul sito www.viaggio-italiano.it, di scaricare l'app "PASSABORGO" e di visitare quanti più borghi possibili per acquisire il titolo di "Viaggiatore dell'Anno dei Borghi". All'arrivo nei borghi coinvolti nell'iniziativa, ciascun viaggiatore sarà geo-localizzato dall'app e potrà scaricare il visto di presenza. Mostrando agli operatori locali tale visto, inoltre, il viaggiatore potrà usufruire anche dell'offerta dedicata che ciascun borgo sta predisponendo per l'occasione.

Itinerari Naturalistici
Percorsi Naturalistici

Apricale - Perinaldo
Dislivello: da 150 m a 410 m
Tempo di marcia: 1.30 ore
Dal viale alberato che contorna il centro storico e dove si può parcheggiare, si imbocca l'ampio sentiero segnalatoche scende verso il rio Merdanzo attraversando fasce non più coltivate .

Perinaldo - Colle Termini
Dislivello: da 395 m a 0 m.
Tempo di marcia: 1.45 ore
Si parte dalla piazzetta capolinea della corriera e ci si dirige verso est. Raggiunto il cartello segnaletico in legno, si seguono le indicazioni per il Colle Termini.

Perinaldo – Frazione Negi (km 13)
Perinaldo – S. ta Giusta (km. 4.9)
S.da Giusta – San Martino (km. 3.6)
San Martino – Negi (km. 4.7)
Percorrendo la S.P. n.59 da Perinaldo verso il mare, si imbocca all'altezza del primo tornante, la strada che porta al cimitero, punto di partenza del percorso lungo 13 km. adatto a gite a piedi e in bicicletta ma percorribile anche in auto essendo l'intera tratta asfaltata.

VISITA TURISTICA A PERINALDO
PERCORSO AD ANELLO IN BICICLETTA
VISITA A PERINALDO IN BICICLETTA CON PARTENZA DA SANREMO E PERCORSO AD ANELLO CON RITORNO SULLA COSTA DA VALLECROSIA

Collegamenti al Servizio:
BELL'ITALIA IN BICI

Entra nel sito del Comune di Perinaldo